Home Tag Post taggati con "sottotitoli"

sottotitoli

267

Carissimi,

con grande piacere vi invio in allegato l’invito per l’ultimo spettacolo teatrale sovratitolato di quest’anno, che avrà luogo all’ITCTeatro di San Lazzaro di Savena.

Vi faccio notare che tra gli attori c’è il “nostro” Luca Di Costanzo e che sarebbe veramente bello accorrere numerosi ad applaudirlo.

Perciò……. al bando la pigrizia e venite tutti a teatro; sono due serate, potete anche scegliere…

Cari saluti    Luisa Mazzeo




AGFA/FIADDA
di Bologna

Compagnia
Teatro dell’Argine di San Lazzaro di Savena

col patrocinio del Comune di
San Lazzaro di Savena

nell’ambito della

nona edizione
della Rassegna

 



Il teatro con i sovratitoli

per abbattere
le barriere della comunicazione

e favorire
la partecipazione anche delle persone sorde

 

presentano

 

Lo scorticatore
di Arromanches
 
con Beatrice Beltrandi, Riccardo Calmucchi, Leonarda Carlini, Luca
Di Costanzo, Daniela Gardenghi, Alessandro Lydster, Alessandra Maccaferri,
Anna Macchia, Angela Maritato, Marika Pibiri, Raffaella Ribani, Nunzia
Triventi 
regia di Lorenzo Ansaloni 
 
Con l’occhio sarcastico e la fantasia rutilante
e folle di Boris Vian, anche una giornata drammatica come quella dello
sbarco degli alleati in Normandia può diventare il soggetto di una
commedia a tratti esilarante. Nella casa di uno scorticatore di cavalli
si avvicendano sulla scena soldati d’ogni provenienza, figlie da maritare,
mogli smemorate, vicini occhiuti, sempre col sottofondo roboante di
una guerra invisibile e colpevolmente ignorata. Nel finale, mentre cala
il tramonto nel pittoresco paesino di Arromanches, gli ultimi personaggi
si sparano sulla scena quasi come in un gioco assurdo o in una scena
da cartone animato, ed è una risata amara quella che accompagna questo
che è davvero un “tramonto dell’umanità”.

 

lunedì 18 e martedì 19 giugno 2017, ore 21.15 

 ITC Teatro, via Rimembranze 26, San Lazzaro di Savena
(BO)

 

posto unico 6 euro 
omaggio bambini fino ai 10 anni 

Alle persone sorde sono riservati i posti migliori per una buona
lettura dei sovratitoli.

Per prenotare: Tel. 051.6270150
o
info@itcteatro.it.

Per informazioni: bologna@fiaddaemiliaromagna.org; tel 328.8674118

288

Il 16 aprile si002 è tenuta a Bologna, presso la Sala Fanti della Regione Emilia Romagna, l’importante presentazione pubblica  organizzata dal Coordinamento FIADDA Emilia-Romagna,  per presentare il progetto “Abbattere le barriere della comunicazione per una società inclusiva anche per le persone sorde”, che promuove l’attivazione e la diffusione sul territorio regionale dei servizi di sottotitolazione in tempo reale tramite respeaking, perché diventino una buona pratica da attuare in ogni occasione pubblica.  Il primo intervento di Cecilia Bacconi ha espresso con forza l’importanza dei sottotitoli nella vita quotidiana delle persone sorde, come strumento di libertà di scelta, di autonomia e di indipendenza nell’accesso alle informazioni. I sottotitoli, afferma Cecilia, costituiscono “un’ottima opportunità per stimolare lo sviluppo lessicale e culturale, uno stimolo per l’apprendimento dell’italiano”.  Intervengono poi le Docenti Maria Chiara Russo e Claudia Lecci del Dipartimento di Interpretazione e Traduzione di Forlì,  dell’Università Alma Mater, partner del progetto, che hanno spiegato il funzionamento del respeaking e le motivazioni per cui l’Università abbia scelto di investire sulla formazione di tale figura professionale.  Segue l’intervento di Elisabetta Gualmini, vice Presidente della Regione, sostenitrice del progetto, che ripercorre le azioni realizzate negli anni in sinergia con la FIADDA, insistendo sulla necessità di investire sull’autonomia delle persone con disabilità; il futuro è da costruire insieme ascoltandoci reciprocamente e rispondendo anche alle esigenze specifiche. Il Presidente ASI Domenico Pinto ha ricordato come la sua Associazione ha aderito con convinzione al Progetto, mentre Fabrizio Binacchi, Direttore Regionale Sede Rai per l’Emilia Romagna, ha parlato del nuovo contratto di servizio Rai e di come l’Azienda sia impegnata attualmente in un miglioramento della qualità delle trasmissioni dal punto di vista della dizione di chi opera nella rete e del miglioramento qualitativo della qualità acustica delle trasmissioni delle Rete tra musiche di sottofondo e parlato.  Infine il Pr001esidente Fiadda Antonio Cotura ha fatto un punto sullo stato dell’arte della sottotitolazione in Italia, partendo dalle prime sperimentazioni stimolate proprio da FIADDA Nazionale presso la RAI, ai nodi critici dell’odierno Contratto di Servizio;  dai respeaker formati tra gli assistenti alla comunicazione di FIADDA Roma, alla necessità di intervenire sui LEA e sul percorso logopedico successivo allo screening uditivo neonatale in tutti i punti nascita.

Un ringraziamento particolare viene rivolto da FIADDA al Presidente Paolo Zoffoli ed ai membri della IV Commissione dell’Assemblea Regionale, che hanno permesso il finanziamento del Progetto. Con questo percorso di collaborazione tra FIADDA e Regione Emilia-Romagna sono state gettate delle buone fondamenta per costruire il futuro di autonomia e inclusione delle persone sorde sul territorio.

Molto è stato fatto, molto resta ancora da fare!

Sui megaschermi, promosso da FIADDA EMilia-Romagna
(l’Associazione Nazionale delle Famiglie per la Difesa deiDiritti degli Audiolesi.)

La visita del Papa, Domenica 1 Ottobre a Bologna, è culminata con la messa celebrata nel pomeriggio allo stadio Dall’Ara e tra le iniziative, è stato concesso a migliaia di persone presenti la possibilità di seguire la messa del Pontefice con i sottotitoli trasmessi in diretta tramite i megaschermi disposti in tribuna e nella curva degli ospiti, in questo modo è stato possibile, oltre allo scorrere delle inquadrature, leggere da qualsiasi parte dello stadio tutto ciò che il Papa Francesco ha pronunciato.

Grazie all’iniziativa del Coordinamento Emilia-Romagna della ‘Fiadda‘, l’Associazione Nazionale delle Famiglie per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi, tutti quanti, compresi gli audiolesi, hanno seguito la messa al meglio.
«Abbiamo a tal fine indirizzato – spiega Luisa Mazzeo, presidente dell’AGFA – un finanziamento della Regione Emilia-Romagna nell’ambito di un progetto mirato proprio alla diffusione dei sottotitoli. Con tale iniziativa, quindi, che renderà leggibile l’omelia del Santo Padre, intendiamo dare un servizio a tutti i presenti, ma in particolare alle persone sorde, abbattendo un’importante barriera della comunicazione».

Mega-schermo con i sottotitoli Papa Francesco a Bologna Mega-schermo con i sottotitoli Papa Francesco a Bologna Mega-schermo con i sottotitoli Papa Francesco a Bologna