loader

La mamma di Mario ci racconta la fatica di seguire tutti cambiamenti della didattica a distanza, spesso con strumenti insufficienti.

Marzo
Le maestre stanno assegnando compiti, molte schede da andare a stampare, senza nessun contatto con i bambini. Stiamo cercando di farli, sono tanti..e non è facile.
Sono cominciate le lezione on – line ..siamo sempre con il cellulare in manoūüėě. Non abbiamo il PC quindi seguire le video lezioni dal telefono √® difficile e Mario fa fatica a capire tutte le parole.
Direi che è enormemente penalizzato da questa situazione.
Tenere la concentrazione è difficilissimo ed io mi innervosisco e avvilisco.
Ho segnalato le mie difficoltà a un insegnante, oggi mi ha chiamato la maestra di sostegno.
Si sta attivando per preparare degli schemi e materiale. Almeno si sono sentiti!

2 Aprile
Con l’insegnante di sostegno ci sentiamo anche telefonicamente.
ha preparato le mappe per storia geografia e il riassunto x italiano 
Spero vada un po’ meglio.¬†

17  Aprile
Le ho chiesto se è possibile fare qualche lezione con Mario in videochiamata. Si confronta con il gruppo maestre e poi mi aggiorna.
Arrivano compiti per tutte le materie con verifiche e rimando alle insegnanti con email o foto del lavoro svolto, un gran lavoro anche per noi genitori!

22 Aprile 
Mario ha fatto la prima videolezione con la maestra di sostegno Mi hanno proposto due ore settimanali. Ho fatto aggiustare il mio computer. 
Le nostre insegnanti  continuano a cambiare modalità.
E tutti, compresi noi genitori, siamo andati un po’ in crisi per adeguarci a questi cambiamenti.
Ora tutto tramite registro elettronico per l’assegnazione dei compiti.

19 maggio
Iniziano le video lezioni di classe 2 ore a settimana, e Mario far√† solo 1 ora di videolezione con l’insegnante di sostegno….ora che si stava un po’ impostando con 2-3 contatti con¬† l’insegnante di sostegno!‚ėĻÔłŹ
Ormai è un continuo adattarsi, difficile x tutti soprattutto per lui. 
Si sono rivisti tutti i compagni e le maestre. Mario lo vedo partecipe e ha parlato abbastanza… Aveva le cuffie e si √® gestito da solo.
Ma poi hanno mandato solo audio di spiegazione e consegne compiti!

25  maggio
oggi nella videolezione di classe, con l’insegnante di matematica, Mario si perde, si innervosisce, stacca le cuffie. Dico alle insegnanti che quella lezione si poteva preparare in anticipo per non arrivare al disagio.¬†
Manifesto i continui cambiamenti e nessuna proposta per coinvolgerlo emotivamente.
Mi propongono di fare le ultime due videolezioni in compresenza tra insegnante di sostegno e insegnante una volta italiano e una volta matematica.
Mario ormai a livello di concentrazione tiene poco, è stanco.
Siamo comunque a maggio e siamo stati due mesi chiusi in casa.
La sensazione di essere stati un po’ abbandonati, non credo sia solo mia.
Oltre ai problemi tecnici, ho sempre dovuto chiedere tutto, mappe, video lezioni, aiuti ecc…
Al GLH di fine gennaio erano state date indicazioni e, a maggior ragione con la situazione di chiusura, nessuno ha mai chiesto come andavano le cose.¬† L’impegno mio √® stato altissimo e a volte sforzato e conflittuale con Mario. Sono preoccupata per la ripresa a settembre, non vorrei ci si arrivasse impreparati!.

Foto di Todd Trapani da Pexels

Skip to content