loader

La nostra storia e le principali attività svolte

L’AGFA (Associazione Genitori con Figli Audiolesi) è attiva dal 1979, quando fu fondata da Bruno Bugini, i cui figli sono stati tra i primi bambini sordi inseriti nella scuola di tutti e non in Istituti speciali, nel momento in cui si  stava arrivando per legge a sancire il diritto delle persone disabili a frequentare le scuole comuni. Attorno a lui si riunì un gruppo di famiglie che credeva nelle stesse finalità, nella possibilità che i loro figli parlassero e fossero inseriti nella società con pari dignità rispetto agli udenti. Esse furono affiancate dal lavoro di Giuliana  Guidicini, logopedista che a Bologna è stata un vero punto di riferimento, in un Centro Fonoaudiologico che purtroppo anni dopo fu eliminato con il decentramento sul territorio del servizio di  logopedia.

L’AGFA si è poi costituita ufficialmente nel 1984,  nel 1987 è diventata Associazione di volontariato senza fini di lucro e nel 1991 ha aderito alla FIADDA, riconoscendosi nelle sue battaglie (tra tutte quella per l’abolizione del termine sordomuto) e nei suoi principi.

La finalità primaria dell’AGFA è stata sempre quella di offrire sostegno e consulenza ai genitori, troppo spesso soli e impreparati, nella convinzione che la famiglia ha un ruolo primario nell’intero sistema educativo che circonda il bimbo sordo. Ha da sempre organizzato  incontri informativi principalmente rivolti alle famiglie sui vari temi che riguardano le problematiche sulla sordità: prevenzione, riabilitazione, supporti protesici, scuola, diritti, ecc., a cui hanno partecipato esperti dei vari settori, coinvolgendo anche gli operatori dei diversi Enti (Scuola, ASL, Enti Locali) che operano sul territorio.

Un’attenzione tutta particolare è stata rivolta ai problemi dell’inserimento scolastico, che deve essere un vero momento di inclusione del bimbo sordo. L’AGFA ha sempre tenuto  rapporti con il Provveditorato agli Studi, oggi Ufficio Scolastico, intervenendo per segnalare e sollecitare attenzione per le “necessità” degli studenti sordi. Un suo rappresentante ha fatto anche parte per anni del GLIP, Gruppo provinciale di lavoro interistituzionale per l’integrazione scolastica degli alunni handicappati,  partecipando alla stesura dei primi Accordi di Programma.

Ha organizzato diversi Corsi di aggiornamento, inseriti nel piano di formazione degli insegnanti, rivolti a docenti dei vari ordini di scuola,  e continua ad offrire, a richiesta dei Consigli di classe, interventi di informazione/formazione.

Per quanto riguarda il lavoro fin dagli inizi dell’attività AGFA ha collaborato con ASPHI (Associazione per lo Sviluppo di Progetti Informatici per l’Handicap). Sono nati così i primi programmi informatici e didattici, e si è data vita a corsi biennali per l’acquisizione da parte di soggetti in età lavorativa di tecniche informatiche per ottenere competenze valide per l’assunzione da parte di imprese e ditte, sostenuti da finanziamenti CEE.

L’AGFA è stata da sempre in contatto con le altre Associazioni di persone con disabilità della Provincia di Bologna, facendo parte dei Coordinamenti e delle Consulte che si sono succedute.

Ha fatto parte del COPID, che riuniva Associazioni che lavorano col Distretto Sanitario di Bologna, e ha partecipato ai primi Progetti con Laboratori di teatro per adolescenti e spettacoli teatrali sovratitolati. Fa anche parte del CUFO (Comitato Utenti Familiari Operatori) in collaborazione col Dipartimento di Salute Mentale di Bologna, insieme ad altre Associazioni della Neuropsichiatria Infantile, ed è parte attiva della Progettazione condivisa, PRISMA, al cui interno propone attualmente un Laboratorio di musica, rivolto ai bimbi di 0-5 anni, in collaborazione con Music Together.

L’AGFA ha sempre creduto nella necessità di informare sulle problematiche delle persone sorde e pertanto partecipa a eventi, lezioni universitarie, convegni ecc., offrendo testimonianze dirette ed è presente con tavoli a manifestazioni che coinvolgono il mondo della disabilità.

A tal fine ha prodotto un corto, Matilde, che è stato molto utilizzato nella formazione presso Scuole, Università, Aziende USL, e ha pubblicato anche due opuscoli informativi per dare in parole semplici un’informazione di base sulla sordità e su come affrontarla e per offrire esperienze dirette di ragazzi sordi.

L’AGFA si è poi presto impegnata per diffondere la sottotitolazione come buona prassi, come strumento principale per superare le barriere della comunicazione in tutti gli ambiti, e per promuovere la crescita anche culturale della persone sorde, favorendo l’accessibilità dei teatri (spettacoli teatrali sovratitolati), dei musei (video informativi e didattici sottotitolati) e  convegni.

Ecco un elenco dei principali eventi organizzati negli anni:

  • 1991:  Convegno sulla Musicoterapia
  • 1992:  Collaborazione con ASPHI per l’organizzazione del corso riservato ad audiolesi, per la formazione di “Addetti all’automazione dell’editoria da tavolo: informatica e desktop publishing”.
  • Dal 1992: Partecipazione al GLIP, “Gruppo Provinciale di lavoro interistituzionale per l’integrazione scolastica degli alunni handicappati”, presso il Provveditorato agli Studi di Bologna, in seguito all’attuazione della legge quadro sull’handicap, n.104, e collaborazione alla stesura dei primi Accordi di Programma.
  • 1993: Incontro su L’uso attuale delle protesi acustiche nella riabilitazione dell’audioleso,  presso la Clinica Otorino dell’Università di Bologna.
  • 1995: Incontro su Esperienze e prospettive dell’integrazione scolastica dell’audioleso, con il patrocinio del Provveditorato agli Studi di Bologna
  • 1998: Convegno….Meglio udire che non udire,  patrocinato dalla Regione Emilia Romagna, in cui è stata usata per la prima volta in Emilia la sottotitolazione in diretta degli interventi
  • 1998/1999: Corso di aggiornamento per docenti di Scuole Medie e Superiori: L’integrazione scolastica dell’audioleso: esperienze, metodologie, percorsi didattici.
  • 1999/2000: Corso di aggiornamento per docenti di Scuole Medie e Superiori: L’integrazione scolastica dell’audioleso: esperienze, metodologie, percorsi didattici.
  • 2001: Convegno Comunicare per vivere: percorsi scolastici e di vita degli audiolesi, finanziato dalla Provincia di Bologna.
  • 2002-2008: AGFA ha curato il notiziario Fiadda Parliamone
  • Dal 2008 ad oggi partecipazione a tutte le edizioni di Handymatica,  Mostra convegno sulla disabilità a Bologna.
  • 2009: Convegno: Parliamone…la persona sorda nel mondo di oggi,  con un finanziamento Volabo.
  • Dal 2009 ad oggi: 3 spettacoli per ogni stagione teatrale di teatro sovratitolato presso ITC Teatro San Lazzaro di Savena (BO).
  • 2009: Fondazione del Coordinamento Regionale di Associazioni FIADDA Emilia Romagna.
  • 2010: Diffusione del film Mine vaganti di Ozpetek, primo esperimento di cinema sottotitolato direttamente alla produzione.
  • 2013: Produzione del Cortometraggio Matilde, (v. link) vincitore di numerosi premi e riconoscimenti. (Il DVD è disponibile a richiesta; chi è interessato può inviare una mail ad AGFA)
  • 2013: Convegno: Io voglio sentire, e tu? Nell’ambito di Exposanità a Bologna.2013-2014: Partecipazione al Master Universitario di I livello dell’Università      di Bologna in Didattica e  psicopedagogia per gli alunni con disabilità sensoriali
  • 2014: Progetto O.O.F.I.L. Osservazione Orientamento Formazione Inclusione e Lavoro, col Dipartimento di salute mentale.
  • 2015: Progetto “Sentiamoci meglio”, donazione casse acustiche di qualità da parte di AGFA a diverse scuole della provincia di Bologna con frequenza di alunni audiolesi.
  • 2015: Corso di formazione/aggiornamento per docenti scuola primaria e secondaria di 1° grado Tutti a scuola, vietato escludere! – Problematiche linguistiche, sviluppo delle competenze e curricoli didattici.
  • 2015: Pubblicazione dell’opuscolo Sordità, che fare? …sordità in pillole (v. link)
  • 2016: Corso di formazione/aggiornamento per docenti scuola primaria e secondaria di 1° grado Tutti a scuola, vietato escludere! Parte II – Autostima e didattica dell’inclusione.
  • 2017: Pubblicazione del Libretto Ascoltami e parla con me, Esperienze di ragazzi sordi (v link)
  •  
  • 2017: Presentazione di DecibellImpariamo ad ascoltare.
  • Dal 2017: Spettacoli sovratitolati al Teatro Arena del Sole di Bologna, nell’ambito di progetti Copid finanziati dal Distretto Sanitario di Bologna.
  • 2017: Laboratorio di letture animate per bambini sordi di scuola primaria, nell’ambito di Progetti Prisma finanziati dal Distretto Sanitario di Bologna.
  • 2017-2018: Laboratorio di teatro per adolescenti sordi, nell’ambito di Progetti Copid, finanziati dal Distretto Sanitario di Bologna.
  • 2017-2018: Partecipazione alla Strabologna per diffondere l’idea che “i sordi parlano”.
  • 2018 : Laboratori di musica per bambini sordi, nell’ambito di Progetti Prisma, finanziati dalla Azienda USL di Bologna.
  • 2017-2019: Sottotitolazione di decine di eventi pubblici, nell’ambito del Progetto Regionale Abbattere le barriere della comunicazione, per una società inclusiva anche per le persone sorde presentato dal Coordinamento Fiadda Emilia Romagna e finanziato dalla Regione.
  • 2020: realizzazione di video sulla sordità, da pubblicare nei social, nell’ambito dello stesso Progetto.
Skip to content