Home Tag Post taggati con "bologna"

bologna

Sui megaschermi, promosso da FIADDA EMilia-Romagna
(l’Associazione Nazionale delle Famiglie per la Difesa deiDiritti degli Audiolesi.)

La visita del Papa, Domenica 1 Ottobre a Bologna, è culminata con la messa celebrata nel pomeriggio allo stadio Dall’Ara e tra le iniziative, è stato concesso a migliaia di persone presenti la possibilità di seguire la messa del Pontefice con i sottotitoli trasmessi in diretta tramite i megaschermi disposti in tribuna e nella curva degli ospiti, in questo modo è stato possibile, oltre allo scorrere delle inquadrature, leggere da qualsiasi parte dello stadio tutto ciò che il Papa Francesco ha pronunciato.

Grazie all’iniziativa del Coordinamento Emilia-Romagna della ‘Fiadda‘, l’Associazione Nazionale delle Famiglie per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi, tutti quanti, compresi gli audiolesi, hanno seguito la messa al meglio.
«Abbiamo a tal fine indirizzato – spiega Luisa Mazzeo, presidente dell’AGFA – un finanziamento della Regione Emilia-Romagna nell’ambito di un progetto mirato proprio alla diffusione dei sottotitoli. Con tale iniziativa, quindi, che renderà leggibile l’omelia del Santo Padre, intendiamo dare un servizio a tutti i presenti, ma in particolare alle persone sorde, abbattendo un’importante barriera della comunicazione».

Mega-schermo con i sottotitoli Papa Francesco a Bologna Mega-schermo con i sottotitoli Papa Francesco a Bologna Mega-schermo con i sottotitoli Papa Francesco a Bologna

729

DONAZIONE DI IMPIANTI AUDIO ALLE SCUOLE BOLOGNESI CON STUDENTI AUDIOLESI IN CLASSE.
Da maggio ben 21 aule di dieci scuole dell’infanzia, elementari e medie della provincia di Bologna hanno ricevuto in dono da AGFA – FIADDA altrettanti impianti audio di alta qualità che renderanno molto più efficace l’impiego degli strumenti didattici audiovisivi delle scuole così attrezzate. Gli studenti sordi di tali scuole potranno perciò accedere molto più agevolmente a tali ausili didattici per un più efficace appredimento delle materie scolastiche fino ad ieri meno accessibili (Musica, lingue straniere, ecc.)
I presupposti di questo progetto, affermano i genitori di AGFA, derivano dall’evoluzione tecnologica legata ad impianti cocleari e protesi digitali; oggi è più semplice per un bambino che nasce sordo diventare un adulto assolutamente integrato. Tutto ciò passa, in primo luogo, attraverso una corretta acquisizione del linguaggio, parlato e scritto che determina la vera autonomia; ossia la capacità di gestire tutte le relazioni quotidiane. Questo enorme traguardo si deve alla sinergia tra educazione, scienza e famiglia.
Senza una precoce diagnosi, un trattamento protesico adeguato, un programma di terapia logopedica individualizzato e una scuola sensibile e ben attrezzata, i bambini audiolesi arriverebbero all’età del completamento linguistico senza la piena padronanza del linguaggio. E’ veramente importante far loro trovare, soprattutto a scuola, condizioni audio favorevoli nel momento in cui la qualità dell’apprendimento è più rilevante perchè oltre all’italiano possano imparare altre lingue, per le quali è impossibile la comprensione senza una buona capacità discriminatoria.
Per questo motivo e perchè pensiamo che sia socialmente più giusto ed economicamente più vantaggioso investire nell’oralità per gli audiolesi, piuttosto che in un linguaggio dei segni, abbiamo portato avanti questo ambizioso progetto. Ciò è stato possibile grazie alla collaborazione con Albatros Media SRL, un’azienda del territorio proprietaria del marchio Empire che produce e distribuisce casse acustiche ad elevate prestazioni dedicate principalmente ai mercati consumer, educational e professional. Sensibilizzata al
problema si è resa disponibile alla fornitura di tutto il materiale necessario.
La cerimonia di consegna si è tenuta l’11 maggio presso l’Istituto Comprensivo 8 Scuole Guinizelli – Carracci di Bologna, sede del progetto pilota avviato all’inizio dell’anno scolastico. “Abbiamo montato e monitorato per alcuni mesi le stesse casse che proponiamo e i risultati sono stati veramente incoraggianti: l’aula è richiestissima, non solo per lezioni con ausilio di materiale audio o audiovisivo ma anche dai professori stessi per la preparazione dei contenuti del materiale didattico. I risultati delle verifiche d’ascolto delle lingue straniere sono notevolmente migliorati così come l’attenzione degli scolari”.
Per maggiori informazioni e dettagli : InfoStampaProgScuole2015 ElencoScuole11maggio