Home Senza categoria Mi riguarda : c'è una persona sorda

Mi riguarda : c'è una persona sorda

400

A Roma, quattro giorni intensi di incontri, Workshop ed eventi culturali cui hanno partecipato giovani sordi provenienti da tutta Italia. Sono stati affrontati temi legati alla sordità come accessibilità, fruibilità, mondo della scuola, del lavoro; problematiche, esperienze, punti di forza, ma soprattutto condivisione.
Ai diversi incontri con esperti si sono alternati laboratori di gruppo e momenti culturali, ma anche creativi e di divertimento.
Organizzato da FiaddaLab, un laboratorio operativo di giovani all’interno di Fiadda.

img_2705Ascoltiamo alcuni di loro:

In questi quattro giorni, ci siamo ritrovati per discutere le varie problematiche della sordità e della disabilità; abbiamo notato che le persone udenti hanno difficoltà a capire i nostri problemi. Ci siamo ritrovati a ribadire l’importanza che il sordo possa parlare. “La sordità non ti definisce come persona”
Elia

La persona con sordità oggi sente, parla, pensa, agisce, progetta, ama, VIVE.
In queste giornate abbiamo dimostrato che siamo PERSONE, tutte uguali e tutte meravigliosamente diverse. Abbiamo imparato che dobbiamo farci conoscere per le nostre qualità e non per i nostri problemi. Abbiamo ascoltato, analizzato, riflettuto, ci siamo confrontati tra noi e con chi era con noi. Insomma sempre restando ben saldi nel presente, abbiamo puntato lo sguardo al futuro….in fondo vogliamo “solo” impollinare il mondo!
Lucia

Sguardi che si incrociano senza paura, essere come tutti con tutti nella diversità di ognuno di noi.
Lo stare insieme elimina le etichette e ci ha permesso di condividere idee e punti di vista diversi, mostrando con umiltà le proprie difficoltà.
La sordità passa incredibilmente da uno stigma negativo ad un dono da condividere con gli altri attraverso la consapevolezza di non essere soli. Idee brucianti e proposte per abbattere pregiudizi e barriere con modalità inclusive.
Francesco

whatsapp-image-2016-09-13-at-20-57-51Le parole non bastano ad esprimere tutto quello che si è vissuto e quanta forza e spirito sono usciti da ciascuno di noi, con l’obiettivo di migliorare la società in cui viviamo. Inclusione e accessibilità per tirar fuori la persona che c’è dentro di noi, con le proprie “caratteristiche”, le proprie capacità, il proprio talento e tanta voglia di vivere e partecipare, senza le barriere che spesso la società ci impone.
Clelia

“Hai mai incontrato una persona normale?”
Eleonora

per saperne di più vai al sito www.fiadda.it

ARTICOLI SIMILI