Home Archivi 2019 marzo

Archivi mensili:marzo 2019

127

 

Domenica 17 marzo in occasione della Festa della Margherita a Cesena, S. Rocco, oltre alla tradizionale vendita delle primule, la sezione FIADDA di Cesena quest’anno organizza anche un mercatino dell’usato. Un’occasione per raccogliere fondi per le nostre attività e per sensibilizzare sui bisogni delle persone sorde.

Venite ci sono tante belle cose da acquistare e ci darete un utilissimo contributo!

 

118

 

Sabato 16 Marzo dalle ore 10.00 alle ore 12.30 a Cesena presso la Fattoria dell’Ospitalità di Diegaro le associazioni della Rete Abilità Diverse, cui la sezione di Cesena fa parte, si terrà un incontro di presentazione e conversazione sul tema

Family Care: un nuovo approccio al cambiamento centrato sulle relazioni.

Sarà un’ occasione di ascolto e confronto reciproco sulle esperienze realizzate e quelle in corso.

 

 

la sezione di Cesena assieme alla Rete Abilità Diverse propone un percorso di quattro incontri di gruppo rivolti a giovani dai 18 ai …40 anni con e senza disabilità, che vogliono USCIRE DAL PROPRIO GUSCIO, raccontarsi, condividere le esperienze di solitudine e trovare assieme gli antidoti …perché…

# InDiversiNonSiamoSoli!

 

 

Sabato 2 febbraio si è tenuto presso il circolo Arci Benassi di Bologna il secondo incontro del ciclo dedicato ai ragazzi non udenti della regione Emilia Romagna. “Porta un amico”: questo il tema del ritrovo che ha visto 15 giovani sordi e non confrontarsi sul tema delicato della sordità in età adolescenziale e del rapporto con gli altri. Grazie alla guida di Davide Rambaldi, educatore specializzato nel campo della disabilità ci sono stati momenti di confronto molto intimo e toccante, sia da parte degli amici udenti presenti, che dei ragazzi, e che hanno messo a nudo le proprie paure.

L’incontro è stato sottotitolato, è all’interno di un progetto finanziato della Regione Emilia-Romagna che risponde alle esigenze delle nuove generazioni di persone sorde abilitate alla lingua verbale, che non conoscono la lingua dei segni,

e che vogliono partecipare alla vita sociale, nonostante i pregiudizi e le barriere della comunicazione.