Home disabilità

 

Il convegno sulle DISABILITA’ UDITIVE organizzato dalla Regione, tenutosi a Bologna il 2 dicembre è stato ricco di dati e valutazioni. Come FIADDA Emilia-Romagna abbiamo portato le nostre considerazioni su vari argomenti in discussione.

Abbiamo espresso il nostro apprezzamento per lo screening neonatale, la nostra Regione, fra le prime, da tempo lo sta attuando ed ha ormai raggiunto lo screening universale (99,8%). E’ un traguardo importantissimo, sappiamo tutti come sia fondamentale una diagnosi precoce, per agire da subito con interventi sia protesici che abilitativi.

Lo screening precoce, anche grazie ai progressi della tecnologia in campo medico ed ai servizi abilitativi di qualità, dà oggi la possibilità a tutti i bambini nati sordi di poter acquisire la lingua orale, di avere uno sviluppo linguistico e cognitivo praticamente nella norma, base per una vita futura indipendente e inclusa nella società di tutti.

Lo screening ci sta dando anche dati precisi sui numeri dei bambini che nascono con sordità, sui livelli di gravità e le eventuali patologie associate.

C’è infatti un quadro confuso, dove girano le cifre più disparate.

Oggi abbiamo la possibilità di dati certi, sui quali definire le politiche mediche, protesiche, abilitative e assistenziali più mirate ed adeguate alla popolazione sorda reale.

Per quanto riguarda i servizi logopedici, generalmente di alta qualità nella nostra regione, è stato evidenziato che con la diagnosi precoce e l’utilizzo di Impianti Cocleari è molto cambiata la logopedia e i risultati, ma i ragazzi sordi avranno sempre bisogno di tecnologia e controlli. Infatti come FIADDA abbiamo fatto notare che questi miglioramenti hanno naturalmente comportato una riduzione della quantità e della durata degli interventi, ma una volta che cessano i piani terapeutici, rileviamo spesso situazioni di scarso monitoraggio e controllo della crescita linguistica e cognitiva e di personalità dei ragazzini sordi, carenza particolarmente sentita nei momenti di criticità come l’adolescenza ed i passaggi di grado scolastici. Sarebbe importante la presenza nelle equipes territoriali di figure specializzate quali psicologi esperti nella disabilità uditiva, figure oggi previste ma quasi totalmente assenti, come denunciato dalle stesse logopediste presenti. Lo psicologo potrebbe supportare i ragazzi nei loro momenti di crisi, ma anche le famiglie, sia nel momento dalla prima informazione sia in seguito, dato che spesso esse si sentono sole nei contatti con la scuola e nelle problematiche relazionali legate all’adolescenza, all’accettazione di sé, alla fiducia nelle proprie capacità al di là del deficit della sordità.

Segnalata anche la mancanza di servizi abilitativi per le persone adulte che fanno l’Impianto Cocleare.

Abbiamo poi portato le nostre preoccupazioni legate alla fornitura protesica, una situazione confusa, incerta e precaria, peggiorata dall’approvazione e non attuazione dei nuovi LEA, e che non garantisce i diritti delle persone sorde.

FIADDA ha chiesto un maggior coinvolgimento delle associazioni delle persone sorde e dei loro famigliari. Siamo convinti di poter contribuire positivamente al piano abilitativo e nel sostegno alla famiglia. Chiediamo quindi una maggior collaborazione con l’associazione convinti che il percorso abilitativo e di crescita armonica della persona con grave disabilità uditiva non riguarda solo gli aspetti medico-abilitativi ma anche gli aspetti bio-psico-sociali che devono procedere parallelamente.

 

128

SSR-ER-Logo

La Regione Emilia-Romagna ha organizzato il 2 dicembre a Bologna un importante convegno regionale dedicato alle disabilità uditive, che si terrà presso l’Auditorium di Viale Aldo Moro 18.

Negli ultimi anni con l’implementazione delle linee di indirizzo regionali sulle sordità in ambito Aziende USL della Regione, si è diffusa la rilevazione dei dati clinici ed organizzativi sulla copertura dello Screening neonatale delle sordità. Ad oggi è possibile un confronto di tali dati riferiti a più annualità. Ciò costituisce la base fondamentale per il monitoraggio del percorso clinico-organizzativo e degli aspetti medici, abilitativi e protesici. Interverranno alcuni dei più rinomati professionisti nei vari settori di interesse, e saranno chiamate ad intervenire le principali Associazioni operanti con le sordità.  L’Evento è valido per i crediti ECM.

Gli interventi saranno sottotitolati (respeaking).

Per scaricare il programma 

 

 

 

 

 

Vi siete sempre chiesti come ottenere la 104? Quali sono le agevolazioni per le persone sorde? Incontro sottotitolato. Non perdetevi l’occasione che vi toglierà il punto interrogativo!

Si terrà sabato 18 Maggio alla Mediateca di San Lazzaro un nuovo incontro su Sordità e Diritti, organizzato dal Coordinamento Fiadda Emilia Romagna in collaborazione con i referenti dell’INPS e Agenzia delle Entrate. Obiettivo dell’iniziativa è per sensibilizzare e promuovere i diritti delle persone sorde sulle difficoltà che ancora oggi incontrano in ogni ambito della vita quotidiana.

Save the date: Sabato 18 maggio h15:30 presso la Mediateca di San Lazzaro di Savena.

#voglioanchiocapirciqualcosa

Agfa Fiadda organizza “Sordità e Diritti”

Un incontro super diretto con L’INPS e Agenzia delle Entrate! Non perdetevi l’occasione che vi toglierà il punto interrogativo!

Per perplessità, richieste e dubbi non esitate a scriverci!

Maggiori dettagli sull’iniziativa saranno disponibili alla pagina Facebook.

 

Sabato 13 Aprile ore 18 presso il Mascherpa Caffè in Corso Comandini 28 a Cesena

continua la Mostra Fotografica itinerante per i punti di incontro della città

“Le prospettive della solitudine” organizzata dalla Rete Abilità Diverse di cui A.D.D.A. fa parte.

Vogliono essere occasioni di incontro e confronto aperti alla città. L’idea è nata da un percorso di gruppo, che ha coinvolto diversi giovani delle nostre associazioni, alla ricerca degli “Antidoti alla solitudine” che non è esperienza solo delle persone con disabilità.

Gli autori saranno lieti di presentare le diverse prospettive della solitudine intercettate dalla loro macchine fotografiche.

 

 

la sezione di Cesena assieme alla Rete Abilità Diverse propone un percorso di quattro incontri di gruppo rivolti a giovani dai 18 ai …40 anni con e senza disabilità, che vogliono USCIRE DAL PROPRIO GUSCIO, raccontarsi, condividere le esperienze di solitudine e trovare assieme gli antidoti …perché…

# InDiversiNonSiamoSoli!

 

0-LOCANDINA 1 CONCERTO RAVENNA

Teatro Rasi – Via di Roma 39, Ravenna
24 novembre 2018 ore 21:00
Il pianista Davide Santacolomba si esibirà a Ravenna, sabato 24 novembre alle ore 21:00 al Teatro Rasi, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, della Provincia e del Comune di Ravenna e con la collaborazione dell’Istituto Superiore degli Studi Musicali G. Verdi.
Il concerto sarà aperto dall’ensemble composta da Sara Renelli, Carlo Margotti, Mirko Maltoni, Paolo Ballanti dell’Istituto Superiore di Studi Musicale G. Verdi.
Alle 20:00 il Teatro aprirà le porte per condurre il pubblico in un “viaggio esperienziale” sulle potenzialità delle persone sorde attraverso immagini e video prodotti dalla Fiadda ed installati nel Foyer.
La musica palpita in Davide fin dalla fanciullezza e ne scandisce vita e crescita per nulla ostacolate dalla sua sordità congenita. Un talento innato, coltivato e curato con passione ed amore, lo guida verso la scoperta delle proprie potenzialità e la realizzazione dei suoi sogni.  Il suo forte credo, unito a tenacia e determinazione, gli consentono di oltrepassare limiti, difficoltà, barriere e pregiudizi derivanti dalla disabilità, di affinare il suo orecchio mentale, di sviluppare attraverso uno studio folle, una sensibilità diversa, un istinto generato da vibrazioni, riflessioni interiori e movimento del corpo. Il suo è un percorso costante e coraggioso, talvolta faticoso e duro, che plasma ed affina una rilevante personalità artistica, tensioni, virtuosismi, improvvisazioni e che afferma maturità professionale in continuo crescendo.

Il concerto sarà preceduto, nelle mattine del 23 e 24 novembre, da due incontri educativi formativi dal titolo “Tutti inclusi. Gli studenti incontrano la Fiadda”.  Rivolti agli alunni del Liceo Scientifico A. Oriani e dell’I.C. San Biagio nel plesso Don Minzoni – indirizzo musicale e condotti in particolare da persone sorde, gli incontri si propongono di sensibilizzare i ragazzi al valore ed al rispetto della diversità, guidarli a discutere della bellezza dello scambio, dell’accoglienza, della solidarietà, della socializzazione e renderli consapevoli dei fertili frutti delle Buone Prassi dell’inclusione scolastica.
Attraverso il dialogo ed il confronto, si discuterà di disabilità ed inclusione nelle sue diverse sfumature, della terminologia da adottare, dell’importanza dell’accessibilità e fruibilità della cultura, di esperienze di vita, di sconfitte e di successi.  L’incontro di Santacolomba con gli alunni della Don Minzoni, indirizzo musicale, offrirà ai giovanissimi musicisti un’emozione che trasporterà gli allievi , attraverso le dita del Pianista sulle ali della Magia della Musica.

Gli appuntamenti saranno sottotitolati in tempo reale con il sistema del “Respeaker”, fornito dal Coordinamento FIADDA Emilia Romagna nell’ambito del Progetto Regionale “Abbattere le barriere della comunicazione. Per una società inclusiva anche per le persone sorde”, finanziato dalla Regione Emilia Romagna.
Ingresso ad offerta libera fino ad esaurimento posti. Il ricavato sarà devoluto alla FIADDA.
Info e prenotazione: info@fiadda.it    349 6525998 (Riccardo) – 349 0878160 (Valeria) – 348 0719224 (Giuliano)

 

E’ arrivato l’autunno e sono riprese le attività della sezione ADDA di Cesena

Per i bambini più piccoli

Suoni in musica, percorsi di musicoterapia”

un’esperienza sempre stimolante e piacevole che aiuta una crescita equilibrata,non solo nell’ascolto e nel parlare, dei nostri piccoli.

Per i giovani

Comunicare meglio”

rivolto a ragazzi e giovani, e’ un’occasione per continuare a migliorare l’ascolto, la voce,il linguaggio…..continuando anche a scoprire cose nuove e interessanti su arte, natura, storia…

in modo piacevole.

Per gli adolescenti, i giovani e i genitori

Parliamone insieme”

Continuiamo la sperimentazione, un servizio di confronto e sostegno psicologico, sia in piccoli gruppi che individuali. Si rivolge

- ai genitori per sostenere lo sviluppo e crescita serena dei propri figli;

- alle persone con sordità adolescenti e adulte che in specifiche fasi di vita e di cambiamento (scuola, lavoro, vita affettiva, eventi traumatici) possono trovarsi in situazioni di disagio emotivo e problematiche relazionali;

Il progetto prosegue grazie al contributo dell’Unione dei Comuni Valle Savio e dell’Unione dei Comuni Rubicone-Mare.

 

 

 

 

 

 

Fiadda Cesena, con la Rete Abilità Diverse, di cui fa parte, con Assiprov (Centro Servizi per il Volontariato Forlì Cesena) hanno organizzato un ciclo di incontri ed eventi sul Progetto di Vita per trovare strategie e risposte alla domanda ” Aspettare il futuro o costruirlo?

Il terzo appuntamento sarà sabato 29 Settembre ore 16.30 presso la Fattoria dell’Ospitalità, in via Maccanone 335 – Diegaro di Cesena. Ci confronteremo sui temi salienti dell ‘inclusione scolastica e lavorativa per comprendere i cambiamenti attuati e quanto ancora occorre realizzare per una piena soddisfazioni dei diritti in ambito scolastico e lavorativo secondo la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità.
Entreremo nell’argomento attraverso le esperienze dirette raccontate da uno studente ( Leonardo della nostra associazione), una mamma di un’alunna, un lavoratore, una formatrice e coordinatrice dei progetti di inserimento lavorativo, Sonia Maestri ed un coordinatore Area Socio-Occupazionale, Francesco Torelli della Fondazione EnAIP Forlì-Cesena.
Continueremo il confronto divisi in sottogruppi per favorire la partecipazione di ciascuno.
Al termine dei lavori di gruppo interverranno il referente degli insegnati di sostegno, professore Davide Ceccaroni e il referente per i percorsi di accompagnamento al lavoro Fondazione EnAIP, Claudio Bulgarelli, che spiegheranno i cambianti avvenuti e i punti ancora da raggiungere dall’attuazione della Convenzione Onu ad oggi.
 
Alle ore 19.30 un’apericena per continuare confronti e conoscenze in un clima di convivialità.
Alle ore 20.30 inizierà lo spettacolo per trascorrere una serata allegra insieme!  

Mercoledì 23 maggio a Cesena si è tenuto un convegno che ha visto protagonisti le Associazioni e gli operatori dei Servizi AUSL che si occupano di minori.
Una tappa importante di un percorso nuovo,  iniziato nel 2016 di conoscenza e integrazione delle Ass.ni dell’Area Disabilità del Coordinamento del Volontariato ed i referenti dei Servizi, con l’obiettivo creare conoscenza, fiducia e collaborazione reciproca. Pensiamo infatti che le associazioni possano essere una utile risorsa nel percorso abilitativo, che non può coinvolge solo gli aspetti sanitari ma anche psico-sociali, cioè  la persona in tutta la sua interezza e complessità e nel suo contesto di vita.
Nell’occasione è stato presentato il “Progetto Lettura” che sta donando a biblioteche pubbliche e scolastiche alcuni libri di narrativa per bambini e ragazzi sulla disabilità, e la Rete Abilità Diverse ha donato i libri alle quattro Unità Operative di Area Pediatrilca presenti al Convegno. IMG-20180524-WA0008