Home In Evidenza
Featured posts

ER-ASSEMBLEA-
Via libera all’unanimità dall’Assemblea Legislativa regionale alla Legge Regionale 210 del 2/7/19,  un importante provvedimento a beneficio delle persone con sordità, frutto di un lavoro condiviso di oltre 3 anni, avviato con l’Audizione del maggio 2016 di FIADDA Emilia Romagna, fatto proprio e guidato con efficacia dall‘Assemblea Regionale. In sostanza una Legge quadro, approvata il 3 luglio scorso, che affronta nei suoi vari aspetti tutto il complesso percorso di diagnosi e presa in carico della persona sorda: dallo screening neonatale, alla protesizzazione, ai servizi abilitativi sul territorio, alla scuola, al lavoro, all’informazione, alla cultura, al tempo libero.
I dati affermano che in Emilia-Romagna ci sono circa 4 mila persone affette da sordità grave o profonda e, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, il 60% delle perdite uditive infantili, che influiscono sullo sviluppo del linguaggio, è dovuto a cause prevenibili.
Questa legge, frutto di un lavoro coordinato dal Presidente della IV Commissione Paolo Zoffoli e dal consigliere Giuseppe Boschini, in condivisione con le associazioni, rappresenta una risposta concreta alle esigenze e ai bisogni di tutti coloro che vivono la condizione di sordità. Una quadro normativo che mira a garantire l’accesso a tutte le persone con sordità, ai servizi sociosanitari, alla scuola, all’informazione, promuovendo anche politiche e misure per la loro inclusione sociale, puntando in particolar modo sulla prevenzione e la diagnosi precoce”’. Si è tenuto conto dei diversi bisogni delle persone sorde oggi: segnanti, protesizzate ed abilitate al lingua parlata e scritta che hanno diversi gradi di difficoltà di comunicazione, e anche persone con una notevole padronanza della lingua orale molto motivate a partecipare, come tutti, ad ogni aspetto delle dinamiche sociali in condizioni di pari opportunità.
Fra i tanti temi trattati, vogliamo sottolineare come la Regione abbia scelto di cogliere le opportunità che oggi offre la tecnologia (sottotitolazione, sistemi di riconoscimento vocale, induzione magnetica, infrarossi, video sottotitolati, ecc.) che dà la possibilità di accedere e partecipare a tante situazioni fino a poco tempo fa inacessibili a scuola, in eventi culturali, nella fruizione del patrimonio storico, artistico culturale, nel turismo. Promuove anche la sensibilizzazione degli operatori dell’informazione, della comunicazione e della cultura per l’adozione delle tecnologie di sottotitolazione dei programmi televisivi e cinematografici, degli spettacoli pubblici e degli eventi sociali e culturali basati sulla comunicazione verbale.
Ora che lo strumento legislativo regionale si è posto al passo con i tempi bisognerà impegnarsi affinché se ne realizzino gli effetti concretamente su tutto il territorio con un attento ed oculato impiego dei finanziamenti già programmati. Si apre la possibilità di diversi ambiti di intervento di cui spesso l’opinione pubblica e gli Enti locali non hanno consapevolezza. L’esperienza sperimentata negli ultimi due anni ha anche messo in evidenza le potenzialità di sviluppo di nuove professionalità prima assenti nella nostra Regione, come ad esempio le re-speaker esperte per la sottotitolazione simultanea, che adesso sulla base di un nuova base legislativa, potranno trovare una più concreta realizzazione, con il concreto apporto dell’Università.
E‘ doveroso ringraziare gli amministratori regionali, in particolare i Consiglieri Zoffoli, Boschini, Montalti e Gibertoni, capaci di efficace interlocuzione con le istanze da noi portate alla loro attenzione fin dalla nostra prima audizione di tre anni orsono, finalizzandole con un Atto legislativo concreto e l’impegno formale a sostenerci nella sua concretizzazione pratica.
Il clima di fiducia tra istituzione ed Associazioni è la base per continuare insieme a lavorare intensamente su ogni territorio affinché si realizzi diffusamente il cambiamento culturale che renda l’accessibilità per le persone sorde una BUONA PRASSI !

c-002

Lunedì 16 aprile dalle 9,30 a Bologna, presso l’Assemblea legislativa Regione Emilia Romagna,  Sala Guido Fanti, Viale Aldo Moro 50, si svolgerà la presentazione ufficiale del progetto regionale “Abbattere le barriere della Comunicazione per una società inclusiva anche per le persone sorde”. E’ previsto l’autorevole intervento della Vice presidente della Giunta regionale Prof.sa Elisabetta Gualmini.   L’ambizioso ed innovativo progetto, che vede come attori Regione, Università e Associazioni, è finalizzato al superamento delle barriere della comunicazione tramite la sottotitolazione in diretta di ogni evento sociale, informativo, ricreativo e culturale pubblico.
Oggi la tecnologia offre possibilità impensabili qualche decennio fa, strumenti che permettono la partecipazione delle persone sorde alla vita, alla cittadinanza, alla cultura come tutti.  Ma le nuove opportunità tecnologiche possono restare inutilizzate se non si crea un cambiamento culturale, una nuova sensibilità che porti nel quotidiano ad azioni per il superamento delle barriere della comunicazione.

La partecipazione è libera mediante accredito alla mail: coordinamento@fiaddaemiliaromagna.it

Scarica il programma :    Programma-abbattere le barriere 16apr2018

 

Gli allievi del laboratorio teatrale del Teatro dell’Argine

A TUTTO TONDO

promosso da AGFA/FIADDA (Associazione Genitori con Figli Audiolesi) Bologna
nell’ambito di un progetto PRISMA
presentano

GIOCATTOLI

Giovedì 29 marzo ore 19.00
presso ITCLAB
CORTILE ITC TEATRO - via Rimembranze 26, San Lazzaro di Savena
con
Chiara Amorati, Agnese Bacconi, Camilla Bulferi, Matilde Da Silva, Diego Percuoco, Sebastiano Righi, Anna Sgarzi e Federico Sgarzi
e con le voci di
Cristina Sarti e Simone Genasi
e la spumeggiante partecipazione di
Luca Di Costanzo
laboratorio e regia a cura di
Caterina Bartoletti e Ida Strizz
Simo è un bimbo come tanti altri. Ciò che lo rende speciale è la sua cameretta, o meglio chi la abita. Capeggiati da Woody il cowboy, i suoi giocattoli -non appena lui si chiude la porta alle spalle – si divertono a vivere la vita vera, la loro vita vera. E i giorni si succedono veloci e il tempo passa. Ma i giocattoli sono consapevoli che presto il loro Simo diventerà grande e di loro – forse – non rimarrà che una scatola in soffitta..
 

Per info e biglietteria vedere la locandina:

Locandina A TUTTO TONDO

Abb-01   ” Al fine di consentire alle persone con disabilità di vivere in maniera indipendente e di partecipare a tutti gli aspetti della vita, gli Stati Parti adottano misure adeguate a garantire alle persone con disabilità, su base di uguaglianza con gli altri, l’accesso [...] all’informazione e alla comunicazione, compresi i  sistemi e le tecnologie utili a tali finalità [...]   CONVENZIONE ONU SUI DIRITTI DELLE PERSONE CON DISABILITA’  art. 9  (ratificata dall’Italia il 24 febbraio 2009)

Vogliamo informarvi dell’avvio sperimentale in Regione di un servizio di sottotitolazione in diretta con respeaker per eventi ed iniziative pubbliche di vario genere (convegni, conferenze, eventi formativi, funzioni religiose, ecc.); strumento di fondamentale importanza per l’accessibilità concreta degli stessi alle persone sorde, agli stranieri, e ad ogni persona con difficoltà di comunicazione.   Il Progetto sostenuto dalla Regione Emilia Romagna, si avvale della collaborazione dell’Università – Corso di Laurea Magistrale di Interpretazione di Forlì -  che forma i professionisti traduttori con la tecnica respeaking.  Da oggi mettiamo a disposizione tale servizio di sottotitolazione in diretta per tutte le iniziative collettive pubbliche e private, inizialmente in forma gratuita, così da concretizzare ciò che la sopra menzionata Convenzione ONU  e la legge italiana impongono.

COME RICHIEDERE IL SERVIZIO DI SOTTOTITOLAZIONE

Il servizio include sia la prestazione dei professionisti respeaker sia la fornitura delle apparecchiature e materiali tecnici necessari. Vi consigliamo di prevederne l’attivazione per tempo, fin dalla fase preliminare dell’organizzazione di ogni evento da rendere accessibile.  Per l’attivazione e per ogni chiarimento contattate direttamente i referenti delle nostre associazioni sui vari territori della Regione: i loro recapiti sono contenuti nel depliant allegato, scaricabile al link sotto indicato. Sottotitolazione respeaking nella fase iniziale del Progetto regionale, a scopo divulgativo e sperimentale,  viene offerta gratuitamente.

Contatti e depliant scaricabili al link–>  Progetto-ER-BarriereComunicazione

Sui megaschermi, promosso da FIADDA EMilia-Romagna
(l’Associazione Nazionale delle Famiglie per la Difesa deiDiritti degli Audiolesi.)

La visita del Papa, Domenica 1 Ottobre a Bologna, è culminata con la messa celebrata nel pomeriggio allo stadio Dall’Ara e tra le iniziative, è stato concesso a migliaia di persone presenti la possibilità di seguire la messa del Pontefice con i sottotitoli trasmessi in diretta tramite i megaschermi disposti in tribuna e nella curva degli ospiti, in questo modo è stato possibile, oltre allo scorrere delle inquadrature, leggere da qualsiasi parte dello stadio tutto ciò che il Papa Francesco ha pronunciato.

Grazie all’iniziativa del Coordinamento Emilia-Romagna della ‘Fiadda‘, l’Associazione Nazionale delle Famiglie per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi, tutti quanti, compresi gli audiolesi, hanno seguito la messa al meglio.
«Abbiamo a tal fine indirizzato – spiega Luisa Mazzeo, presidente dell’AGFA – un finanziamento della Regione Emilia-Romagna nell’ambito di un progetto mirato proprio alla diffusione dei sottotitoli. Con tale iniziativa, quindi, che renderà leggibile l’omelia del Santo Padre, intendiamo dare un servizio a tutti i presenti, ma in particolare alle persone sorde, abbattendo un’importante barriera della comunicazione».

Mega-schermo con i sottotitoli Papa Francesco a Bologna Mega-schermo con i sottotitoli Papa Francesco a Bologna Mega-schermo con i sottotitoli Papa Francesco a Bologna